Crea sito

 

 

 


MERCURIO1 VENERE2 TERRA3 MARTE4 GIOVE5 SATURNO6 URANO7 NETTUNO8
css image gallery by WOWSlider.com v8.8

 

Il Sistema Solare è un sistema planetario, costituito da corpi celesti chiamati pianeti, che ruotano intorno ad una stella, il Sole. Attorno ai pianeti possono esserci corpi più piccoli chiamati satelliti, o lune. Il nostro Sistema Solare comprende i seguenti elementi:

  • 1 stella (il Sole),
  • 8 pianeti,
  • 5 pianeti nani (Cerere, Plutone, Haumea, Makemake, Eris),
  • 169 satelliti,
  • 589738 asteroidi (principalmente concentrati nella fascia degli asteroidi, fra Marte e Giove, e nella fascia di Kuiper, esterna all’orbita Nettuno),
  • 3158 comete (la maggior parte localizzate nella nube di Oort, all’estremo del Sistema).
  • Se vuoi,puoi però approfondire le tue conoscenze sul Sistema Solare in modo più dettagliato cliccando qui oppure pigiando semplicemente il alto su "Che Cos'è"...

    IL SOLE

    Di incalcolabile importanza risulta essere,più di ogni pianeta,di ogni satellite e di ogni altro corpo celeste,la nostra stella:il Sole.Dobbiamo ringraziare proprio lui,infatti,se siamo nati e se oggi siamo qui.Esso è quindi alla base di ogni forma di vita sulla Terra insieme all'acqua ma non solo,esso inoltre ci alimenta e garantisce la nostra sopravvivenza ed è ciò che lo rende straordinario.

    Andiamo però ad analizzare più da vicino il Sole e le sue caratteristiche che lo rendono così importante.

    Il Sole e' la stella madre del sistema solare, e di gran lunga il suo principale componente. La sua grande massa gli permette di sostenere la fusione nucleare, che rilascia enormi quantita' di energia, per la maggior parte irradiata nello spazio come radiazione elettromagnetica, in particolare luce visibile. Il Sole viene classificato come una nana gialla, anche se come nome e' ingannevole in quanto, rispetto ad altre stelle nella nostra galassia, il Sole e' piuttosto grande e luminoso. Le stelle vengono classificate in base al diagramma Hertzsprung-Russell, un grafico che mette in relazione la temperatura effettiva e la luminosita' delle stelle. In generale piu' una stella e' calda più e' luminosa: le stelle che seguono questo modello sono appartenenti alla sequenza principale, e il sole si trova proprio al centro di questa sequenza. Tuttavia stelle piu' luminose e calde del Sole sono rare, mentre stelle meno luminose e piu' fredde sono molto comuni. La luminosita' del Sole e' in costante crescita, e si e' stimato che all'inizio della sua storia aveva soltanto il 75% della luminosità che mostra attualmente.

    Caratteristiche

    Noi percepiamo la luce del Sole e vediamo a volte il suo disco al tramonto o dietro una coltre di nubi. La luce che ci scalda impiega ben 8 minuti per arrivare fino a noi il che vuol dire - a circa 300.000 km al secondo, ossia alla velocità della luce - che il Sole dista da noi circa 149.500.000 chilometri, pari a 1 unità astronomica (U.A.). Il diametro del Sole è di circa 1.400.000 chilometri. E' enorme rispetto ai 12.700 chilometri di diametro della Terra (ben 116 volte più grande). Se il Sole fosse grande un centimetro, la Terra sarebbe un granellino di polvere di un decimo di millimetro e si troverebbe alla distanza di un metro! Il Sole è un immensa palla di plasma, dove per plasma si intende un gas di protoni ed elettroni, con proprietà elettromagnetiche particolari. Al centro di questa palla di plasma si trova il nucleo, che è una vera e propria centrale nucleare a fusione, dove nuclei di idrogeno vengono fusi per costituire nuclei di elio. E ciò che si vorrebbe fare anche qui sulla Terra, ma ancora è difficile da realizzarsi a causa delle alte temperature e pressioni necessarie per innestare la fusione: nel nucleo del Sole infatti ci sono ben 14 milioni di gradi e un "litro" di plasma del nucleo è così compresso che qui peserebbe 100 chilogrammi! L'energia prodotta dal nucleo un poco alla volta, impiegandoci circa centomila di anni da quando è stata prodotta (nel vuoto impiegherebbe 2 secondi), viene a galla sulla superficie solare, ossia la fotosfera dove ci sono circa 6000 gradi, e poi impiega otto minuti per arrivare alla Terra attraversando il breve strato della cromosfera e quindi la corona, un immensa nube di plasma che circonda l'intero Sole e che sfuma lentamente nello spazio.

    La maggior parte degli studi sul Sole vengono dalle eclissi e dall’osservazione diretta. Solo negli ultimi anni abbiamo spedito delle sonde specifiche per studiarlo, che hanno fornito informazioni preziose sulla composizione della superficie e degli strati interni. Le eclissi hanno permesso di osservare la corona. L’osservazione diretta, fin dai tempi di Galileo, ha permesso di individuare le macchie solari e studiarne il ciclo. Le sonde più famoso sono SOHO e Ulysess. Il sole è responsabile dell’invio sulla terra di particelle subatomiche note come neutrini, che come in molti sanno hanno la particolare qualità di penetrare ogni corpo, non producendo alcuna reazione fisica e chimica. Allo stesso tempo il vento solare è invece composto da particelle con carica positiva o negativa (cioè elettroni e protoni) che influiscono notevolmente sui corpi circostanti, estendendo il campo magnetico solare fino alle sue estremità. Sulla Terra le radiazioni vengono piegate dal nostro campo magnetico, fino al punto di intersezione del polo nord magnetico, creando le suggestive aurore boreali. Le radiazioni hanno sbiancato la bandiera degli Stati Uniti issata sulla Luna. Il Sole come ogni altro corpo celeste ha un ciclo di vita: attualmente si trova nella fase detta di sequenza principale, appena oltre la metà del suo percorso. Quando finirà il suo ciclo vorrà dire che non sono più possibili reazioni di fusione nucleare al suo interno e che tutti gli atomi di idrogeno ed elio saranno stati convertiti in elementi sempre più pesanti, diventando una gigante rossa, fino a collassare in una nana bianca.

    Vai a Pianeti